Ebook alias Libro: chi vince? 2


Leggendo un Tweet di Rudi Bandiera sulla natura degli ebook mi rendo conto che io non potro’ mai smettere di comprare libri.
Ne avverto proprio l’urgenza e senz’altro trascorrere ore a contemplare copertine e titoli fa parte del mio modo di vivere la lettura.
Dai mercatini dell’usato, alle librerie Social a quelle un po’ scordate dove il proprietario ti consiglia “il libro che fa per te” e si perde tra gli scaffali pur di azzeccare il libro giusto, scrutandoti con aria tronfia, per vedere la reazione che scatena appena inizi a sfogliarlo…
Che soddisfazione quando intuisce che il libro ha sortito una emozione ed entrera’ a far parte, non solo della nostra casa, ma della nostra vita.
Ogni libro diventa un percorso, non e’ solo una questione meramente pratica, e’ una questione di filo conduttore con il libro stesso 😉
Ora vi spiego meglio.
Avete presente quando sentite il bisogno di estendervi attraverso un particolare libro, quando comprendete la trasformazione che avete compiuto dopo una lettura. Spaparanzati sul letto, con il libro che saltella da una mano all’altra, riposto, ripreso, piegato, appoggiato. Se amato e’ li.. accanto a voi, prima del sonno sul comodino a strizzargli l’occhio, prima di addormentarci.
Innocuo libro dalle pagine ingiallite dall’usura, posso addormentarci sopra, senza temere che sia dannoso alla salute. Onde elettromagnetiche zero. Carta riciclata? Forse.

Senza contare quanto lo scarabicchio, lo rendo mio, parte integrante dei pensieri che nascono mentre lo leggo.
Non resisto! E’ tutto colorato!!! Uso le matite colorate, con una piccola legenda corrispondente ad ogni colore 😉 appunti sui lati, fiorellini, ghirigori, note grandi come case! Esclamazioni di piacere, pensierini… e alla fine il mio senso di gratitudine immenso se mi ha conquistata e se lo lascero’ li accanto a me ancora per un po’ ad osservarlo, trionfante con la sua copertina, il suo titolo…

Si! E’ anche un fatto estetico. Il libro diventa il MIO libro! Non e’ piu’ lo stesso una volta che e’ venuto a contatto con me, si e’ evoluto 😀 al pari con il mio mondo. Spesso accompagnato da musica come Cercatore di Favole 🙂

Ora potra’ sembrare che l’Ebook in tutto cio’ non abbia niente da raccontare.. e invece no. E ora vi svelo il perche’!
Sono davvero tanti i libri che adoro leggere, a seconda del periodo solo tecnici, solo poetici, solo new-age o di arte, solo fiabe e cosi via per cui essendo abituata a leggerne piu’ di uno alla volta, come ad avere la sensazione di battere il tempo, di riuscire a inglobarmene il succo e il nettare, e sentendo che non so nulla e imparero’ sempre.
Cosi i lettori come il Kindle, ma anche un semplice telefonino utilizzando le app come kobo o reader di Amazon, mi permettono di avere in un batter d’occhio testi e libri in versione mobile che posso leggermi in qualsiasi posto, a peso zero (cosa peserebbero tre libri e dieci e cento? Ahaha) e utilizzando anche l’ingranditore se la vista facesse cilecca ihihi 😉

Quando trovo dei libri interessanti controllo sempre se c’e’ la versione ebook (semplifico chiamandoli cosi a prescindere dal formato) e se il prezzo non e’insensato acquisto attraverso il mio account Paypal (gratuito) collegato ad una carta prepagata (con importi piccoli) e con qualche manciata di clic ho il mio libro nel dispositivo.
C’e’ un bel grado di onnipotenza nell’acquisto on line, in totale autonomia, sicuro e veloce terribilmente veloce! Ci potreste prendere gusto!

Gli ebook sono sempre ordinati, senza un briciolo di polvere, riposti in scaffali di legno virtuale, in alcuni casi, dal vostro pc potrete aggiungere note colorate (da cellulare non si riesce, bisogna accontentarsi di aggiungere una piegatura di pagina, l’antico orecchio tanto fastidioso!!!). Il libro si gestisce con pratici indici e con abili clic sul fondo o a centro pagina si apriranno menu a scomparti dove operare altre brevi scelte.
Quali, vi state chiedendo?
Aggiungere note, aggiungere segnalibri/piegature, navigare nel libro.
Potrete anche copiare il testo ad esempio sul reader per pc di Amazon, utilizzando il link appunti, messo a disposizione dal servizio.

Nell’ebook manca pero’ tutto il percorso romantico, il passaggio dalle librerie, biblioteche, la suggestione dei volumi, gli odori, la consistenza della carta, i colori, lo spessore, le dimensioni dei caratteri (fisse), l’impatto visivo della copertina, il rumore del libro sfogliato e della sua ‘vecchiaia’ anche colore delle pagine e la lucidita’ e lucentezza. Le immagini che accompagnano i testi…

Un libro di carta favorisce tutti i sensi, compresi anche quelli invisibili. Un libro usato ad esempio attraversa i ricordi di tutti i suoi proprietari. Insito in lui vi sono altre storie – non raccontate – silenti, ma vere e palpabili se solo ci si riesce a mettere in ascolto.

Secondo voi cosa faccio quando trovo e acquisto inizialnente un libro in formato ebook, quando mi piace? Quando e’ riuscito a conquistarmi… cosa faro’ mai, secondo voi?

By Blogghidee


Informazioni su blogghidee

Sono una blogger appassionata!!! Adoro alla follia le fiabe, illustrare le mie idee, fotografare, dipingere... E mi sono scoperta innamorata anche del codice! Qui raccolgo tutto ciò che ho scoperto sulla blogsfera, se volete comunicare con me per idee o collaborazioni cliccate su Contatti, rispondo sempre a tutti ehehe!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

2 commenti su “Ebook alias Libro: chi vince?

  • Viola d'Africa

    Ti confesso una cosa 🙂
    Amo leggere, per cui l’ebook ha rappresentato per me una grande invenzione, infatti mi consente di andare in vacanza con una valigia leggerissima (prima ci voleva un trolley solo per i libri). Ma sai che faccio tornata dalle vacanze??? Vado in libreria a comprare i libri letti!!!
    Sono senza speranza!

  • blogghidee L'autore dell'articolo

    @Viola d’Africa,
    pure io faccio la stessa cosa!!! In effetti, desidero proprio il cartaceo è una questione fisica!